Vai al contenuto

RID Bancario: Cos’è, Come si Attiva, Chi lo Deve Attivare, Quanto Costa

    RID Bancario

    Cos’è il RID Bancario? Chi deve attivarlo? Dove si Richiede? Quanto Costa aprire un RID? Rispondiamo a tutte queste domande che ci vengono fatte abitualmente ma, prima di iniziare, vi ricordiamo che attualmente il termine RID sta andando in disuso: tale servizio infatti ha preso il nome di Domiciliazione Bancaria.

     

    Cos’è il RID Bancario

    La sigla RID sta per Rapporto Interbancario Diretto. Si tratta di un servizio che la banca offre al titolare di un conto corrente che permette all’istituto di credito di accettare degli addebiti per pagare dei servizi o delle prestazioni ad un determinato creditore.

    Solitamente il cliente attiva il RID bancario per pagare delle spese ricorrenti. Per esempio è possibile attivare il servizio di RID per il pagamento delle bollette ma anche per il pagamento della rata mensile di un prestito personale.

    Il RID risulta essere un servizio molto comodo per il cliente. L’importo da pagare verrà addebitato direttamente sul conto corrente del cliente, rispettando sempre le scadenze previste senza mai doversi recare presso la propria banca.

     

    Come si Attiva il RID Bancario

    Esistono due modalità per attivare il RID Bancario. La prima prevede di recarsi presso l’agenzia della propria banca e di compilare un apposito modulo.

    La seconda modalità prevede la sottoscrizione di un modulo RID presso il creditore. Una volta sottoscritto il modulo, sarà il creditore ad occuparsi di tutto: sarà lui a contattare la tua banca e si occuperà di inviargli tutta la documentazione per essere autorizzato ad addebitarti gli importi pattuiti. È fondamentale che il modulo sia Firmato dal debitore (cioè dal titolare del conto corrente).

     

    Chi Deve Attivare il RID

    È sempre il titolare del conto corrente che deve attivare il RID. Come dicevamo pocanzi, tale attività può essere fatta direttamente recandosi presso la banca in cui si è titolari del conto corrente o si potrà delegare di tale mansione il creditore ma solo dopo aver firmato un apposito modulo.

     

    Come si Paga

    Una volta che il servizio di domiciliazione bancaria è stato attivato il cliente non dovrà fare più nulla, se non controllare che gli importi detratti dal proprio conto corrente siano corretti e corrispondano a quanto pattuito o speso.

    Il denaro infatti verrà decurtato entro la scadenza prestabilita direttamente dal conto corrente, il cliente non dovrà preoccuparsi di nulla.

    Se ad esempio la rata del prestito personale dovrà essere rimborsata entro il 15 del mese, il giorno prima della scadenza l’importo della rata mensile sarà decurtato dal saldo del proprio conto corrente. La stessa cosa accadrà per le bollette delle utenze o per qualsiasi altro RID attivato sul conto.

     

    Quanto Costa

    Il RID Bancario non prevede alcun tipo di costo. La banca offre questo tipo di servizio gratuitamente e non applica alcun tipo di costo di gestione aggiuntivo per la domiciliazione bancaria. Pertanto tale servizio risulta essere davvero molto pratico e conveniente. Ecco perché è davvero molto utilizzato.

    A volte si mettono a confronto bonifico bancario ricorrente e RID. A livello di costi il RID risulta essere più conveniente in quanto è completamente gratuito. Il bonifico bancario invece (oltre che a funzionare in maniera differente) prevede un costo fisso (solitamente pari ad 1€ ma la commissione può cambiare a seconda della banca).

     

    Come si Annulla il RID

    È possibile che la domiciliazione bancaria non serva più. In tal caso si consiglia sempre di annullare il servizio di RID compilando l’apposito modulo che sarà fornito dalla propria banca.