Vai al contenuto

Prestito per Matrimonio: come pagare a rate le spese matrimoniali

    Prestito per Matrimonio

    Il matrimonio è un evento importante nella vita di molte persone, rappresenta il momento in cui la coppia viene ufficialmente consolidata ed è un momento di festa sia per gli sposi che per i parenti e gli amici tutti. Le spese per tale cerimonia sono spesso elevate, basti pensare ai prezzi che gli abiti da sposa possono raggiungere, e molte famiglie non sono in grado di sostenerle senza l’aiuto degli istituti di credito.

    Ecco che nascono allora i prestiti personali dedicati agli sposi, ideati proprio per finanziare il matrimonio senza che questo gravi in maniera troppo significativa sulle finanze dei novelli sposi oppure dei loro genitori.

     

    Come Finanziare un Matrimonio

    Se si decide di pagare a rate le spese del matrimonio, dobbiamo capire quali sono le possibilità che abbiamo. Sostanzialmente ci sono due possibilità. La prima è quella di richiedere un prestito finalizzato, la seconda è quella di richiedere un prestito non finalizzato. Vediamo le due soluzioni nel dettaglio.

    Il primo prodotto finanziario che si può richiedere ad un istituto di credito per finanziare il proprio matrimonio è il prestito finalizzato, che però è ottenibile solo per effettuare uno specifico acquisto. Lo si può richiedere, per esempio, per coprire le spese del viaggio di nozze o dell’abito della sposa. Questi sono gli acquisti relativi al matrimonio che richiedono una più elevata uscita di denaro.

    Si tenga a mente che il capitale ricevuto per un determinato acquisto non può essere reindirizzato per altre spese per le quali è necessario richiedere una diversa forma di prestito personale. Il suo punto di forza è il basso tasso di interesse di cui gode questo prodotto finanziario.

    Questa tipologia di prestito personale può essere richiesta nel momento in cui le spese da finanziare sono tante e si intende coprirle tutte con una sola richiesta di denaro alla banca.

    Al contrario del prestito finalizzato, questo prodotto finanziario consente di ricevere del capitale da utilizzare liberamente e pertanto è possibile cambiarne la destinazione senza dover dare giustificazione alcuna all’istituto di credito presso cui è stato sottoscritto il contratto di finanziamento. Il suo principale vantaggio è, quindi, quello di essere un prestito estremamente versatile e adatto ad ogni esigenza.

     

    Documenti Richiesti

    Quando si va a richiedere un prestito per matrimonio è necessario avere con sè determinati documenti quali:

    • Documento di Identità Valido e Non Scaduto;
    • Codice Fiscale
    • Documento Reddituale (Busta Paga, Modello Unico, Cedolino della Pensione)

    E’ essenziale che il soggetto richiedente sia maggiorenne e che risieda in Italia. Per quello che riguarda il documento reddituale, esistono anche casi in cui si riesce ad ottenere un finanziamento anche senza avere una busta paga, a patto che si sia in possesso di garanzie alternative, come spiegato nel prossimo paragrafo.

     

    Prestito per Matrimonio Senza Busta Paga

    Quando si organizza un matrimonio, occorre un capitale di certo non tra i più bassi e gli istituti di credito pretendono di avere determinate garanzie sulla restituzione del prestito, prima di erogare il denaro.

    Chi ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato non riscontra particolari difficoltà nell’ottenere il finanziamento perché la busta paga è la migliore garanzia per una banca che su di essa può effettuare la cessione del quinto. In alternativa, si può richiedere la firma di un garante, ovvero una terza persona che garantirà di restituire personalmente il denaro se l’intestatario del contratto dovesse rivelarsi un cattivo pagatore.

    In casi estremi, quando non si dispone di una busta paga e non si ha la possibilità di avere qualcuno che faccia da garante, una delle poche cartucce a propria disposizione resta il pagamento tramite cambiali. Parliamo a tutti gli effetti di un prestito cambializzato dove il soggetto richiedente ottiene un finanziamento da rimborsare tramite le cambiali. Questo tipo di pagamento però solitamente permette di avere accesso a importi molto piccoli, come prestiti da 500€, finanziamenti da 1000€ o prestiti da 2000€.

    Una valida opportunità per chi non ha il garante e non può richiedere il prestito cambializzato perchè ha bisogno di un importo superiore a quelli solitamente concessi, è il prestito ipotecario. In questo caso sarà necessario essere titolari di un immobile e accendere un’ipoteca su di esso. In questo caso, la banca effettuerà una valutazione dell’immobile e concederà un prestito personale il cui importo sarà correlato al valore della casa (sicuramente l’importo richiedibile sarà molto più basso del valore della casa).

    Questa tipologia di prestito prevede anche il pagamento di spese di istruttoria più elevate in quanto è necessario che un esperto effettui una perizia per valutare l’immobile e stabilirne il reale valore economico. In caso di mancato pagamento delle rate, la banca può procedere con l’espropriazione dell’immobile ipotecato.

     

    Quanto si Paga per un Matrimonio

    Non è affatto semplice fare una stima dei costi delle spese di un matrimonio. Questo perchè ci sono di mezzo troppi costi variabili che possono far alzare di tanto la spesa complessiva. In media però, possiamo dire che il costo di un matrimonio può variare tra i 15.000€ ed i 30.000€. Ma la spesa potrebbe essere di gran lunga inferiore o superiore.

    Ciò che influisce maggiormente sulle spese matrimoniali sono gli abiti, la location, il menu ed il numero di invitati. Se il vostro budget è limitato cercate di lavorare al meglio sulla scelta di questi fattori, anche perchè a tutte le spese famigliari che dovrete affrontare quotidianamente nella vostra vita coniugale si dovrà aggiungere la rata mensile del prestito per matrimonio che avrete richiesto.