Vai al contenuto

Prestiti a Segnalati in CRIF Senza Cessione del Quinto

    Prestiti a Segnalati in CRIF Senza Cessione del Quinto

    La cessione del quinto è una delle migliori soluzioni per chi desidera ottenere un prestito personale e risulta segnalato in Crif. Per Approfondire: Come Sapere se si è Cattivo Pagatore e Cancellare il nome dal CRIF.

    Chi viene iscritto nel registro del Crif è un cattivo pagatore, ovvero una persona che non è riuscita, in passato, a rimborsare totalmente un prestito o un finanziamento richiesto. Proprio per questo motivo gli istituti di credito non sono propensi a concedere a tali soggetti un nuovo prestito personale, almeno che non abbiano una busta paga o una pensione sulla quale andare ad applicare un finanziamento con cessione del quinto.

    La cessione del quinto prevede infatti che la rata mensile di rimborso venga sottratta dallo stipendio o dall’assegno previdenziale, direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico, per essere successivamente versata alla finanziaria.

    In questo modo chi eroga la somma di denaro avrà la certezza assoluta del rimborso e sarà quindi propenso ad accettare un’eventuale richiesta da parte di un cattivo pagatore.

    Vi sono però delle specifiche condizioni dove la banca garantisce l’erogazione di un prestito personale a cattivi pagatori, anche senza la cessione del quinto.

     

    Prestiti Cambializzati

    I prestiti cambializzati sono una valida alternativa alla cessione del quinto. Si tratta di un finanziamento che viene rimborsato attraverso il pagamento di cambiali, che avranno la funzione di vere e proprie rate di rimborso e che avranno delle scadenze prestabilite per il pagamento. Spesso però la banca richiede ai cattivi pagatori delle garanzie aggiuntive come ad esempio la fideiussione o l’avvallo.

    Inoltre va precisato che il prestito cambializzato è sicuramente un modo più semplice per ottenere una somma di denaro ma la banca che lo concederà avrà la possibilità di pignorare i beni del debitore in caso di mancato pagamento di una o più cambiali, senza doversi rivolgere ad un tribunale ed in tempi molto più rapidi. Proprio per questo motivo è necessario essere certi di riuscire a rimborsare il prestito richiesto, per non vedersi confiscare dei beni personali.

    Questo tipo di finanziamento oggi viene utilizzato di rado, ma viene ancora richiesto quando si acquista un veicolo usato, ne abbiamo parlato nella guida dedicata all’acquisto auto con cambiali.

     

    Prestito con Garante

    Chi non ha la possibilità di accedere al credito mediante cessione del quinto può tentare la richiesta di un prestito facendosi aiutare da un garante. Il garante è una persona fidata, spesso un parente o un amico stretto, in possesso di uno stato patrimoniale che risulti affidabile agli occhi della banca o della società finanziaria.

    Il garante firmerà insieme a voi al momento del contratto al fine di tutelare l’ente in caso di insolvenza da parte del principale titolare del prestito e si impegnerà a rimborsare il prestito al posto del debitore se quest’ultimo non lo farà.

    Per ricoprire la figura del garante è necessario:

    • Avere un lavoro a tempo indeterminato
    • Non essere segnalato come protestato o cattivo pagatore
    • Avere una stabilità economica e garanzie reali.

    Oltre ad un buon reddito, è importante che il garante non abbia altri finanziamenti personali o mutui in corso, per ottenere più facilmente il via libera.

    Per approfondire tutto quello che riguarda la figura del garante abbiamo preparato un’apposita guida dove spieghiamo cosa significa fare da garante.

    Prestiti tra Privati

    Un’altra soluzione è quella dei prestiti tra privati. Come dice il nome stesso non vi sarà l’intervento di una banca o di una società finanziaria, ma la trattativa avverrà tra due persone.

    La richiesta avviene direttamente online su piattaforme social lending come ad esempio Soisy, Prestiamoci o Smartika, delle vere e proprie agenzie di credito autorizzate, che fungono da punto d’incontro tra domanda ed offerta relativa ai prestiti.

    Questi finanziamenti si basano sull’investimento di persone private che mettono a disposizione il loro denaro per ottenere un guadagno futuro. Il vantaggio per il beneficiario è quello di ottenere del denaro in breve tempo, ma generalmente i tassi d’interesse risultano più alti rispetto ad un prestito bancario. In caso di cifre alte la somma viene suddivisa tra più risparmiatori, per diminuire il rischio di insolvenza.

    Per richiedere questo tipo di finanziamento ti basterà compilare l’apposito modulo ed inserire tutte le informazioni richieste per la valutazione della tua proposta. In caso di esito positivo la somma di denaro verrà erogata tramite bonifico sul conto corrente e la rata mensile verrà restituita tramite addebito sul conto.