Prestito Conveniente, Scegli il Finanziamento più Adatto al Minor Costo

Al giorno d’oggi esistono centinaia e centinaia di offerte relative a prestiti e finanziamenti ed è importante sapere che non tutti sono così convenienti come sembrano. È importante quindi conoscere bene le caratteristiche di ogni prestito per riuscire a capire quale sia il più conveniente per le proprie esigenze.

 

Gli Interessi

Gli interessi applicati ad un prestito sono la parte più variabile, cambia quindi in base a diversi fattori che spiegheremo di seguito ma è fondamentale imparare a riconoscere quali sono gli interessi applicati, nel momento in cui si richiede un preventivo.

Le due voci che identificano gli interessi sono generalmente il TAN ed il TAEG.

 

Cos’è il Tan

Il Tan è il tasso d’interesse puro e misura gli interessi da pagare annualmente sul prestito. L’ammontare di questa somma non viene pagato in un’unica soluzione annualmente, ma viene ripartito in ogni rata del prestito che ha solitamente scadenza mensile.

 

Cos’è il Taeg

Il Taeg è invece il Tasso Annuale Effettivo Globale ed indica il costo del prestito comprensivo di tutte le spese. Al momento della stipula del prestito vi sono infatti delle spese obbligatorie che vanno ad aggiungersi alla somma richiesta e che sono obbligatori: l’apertura e chiusura del conto corrente, polizze assicurative, costi di gestione.

 

Calcolare la Somma di Denaro da Richiedere

Un altro aspetto fondamentale al fine di ottenere un prestito che sia conveniente per le tue esigenze è quello di valutare attentamente quale sarà la somma di denaro di cui avrai davvero bisogno, basendosi sulle proprie possibilità economiche, sui propri risparmi e sulle entrate economiche mensili.

In questo modo non ti ritroverai a dover chiedere una somma superiore a quella di cui avrai realmente bisogno con la conseguenza di dover pagare degli interessi aggiuntivi totalmente inutile.

Al contrario invece, se richiederai una somma inferiore a quella di cui hai realmente bisogno, potresti ritrovarti a dover richiedere nuovamente un prestito con tutti i relativi costi che un nuovo finanziamento comporta.

 

Copertura Assicurativa

Oltre ai tassi d’interesse, vi sono anche delle ulteriori spese che vanno verificate in maniera molto attenta al momento della stipula di un prestito personale: le spese accessorie e le assicurazioni.

Le coperture assicurative servono a tutelare la banca ed il richiedente in caso di eventi sfavorevoli e variano in base al tipo di prestito che si andrà a richiedere. È quindi importante verificare se si tratti di polizze assicurative obbligatorie o facoltative.

Si parla certamente di polizza assicurativa obbligatoria quando ci troviamo davanti alla richiesta di un prestito con cessione del quinto, in tutti gli altri casi può anche essere facoltativa ma potrebbe essere richiesta come condizione imprescindibile dall’istituto di credito, al fine di vederti erogare la somma di denaro.

È una spesa che potrebbe incidere sul prestito anche fino al 6%, ma resta comunque un costo aggiuntivo che andrà a proteggerti nel caso in cui si verifichino eventi come perdita dell’impiego, infortunio, decesso o malattie invalidanti.

 

Spese Accessorie

Le spese accessorie invece sono tutti i costi legati alla gestione del prestito. Rientrano in questa voce le spese d’istruttoria, le spese di gestione rata, l’imposta di bollo/ sostitutiva sul contratto, spese relative alle comunicazioni inviate periodicamente, spese legate alle assicurazioni e spese di chiusura pratica.

Queste che abbiamo elencato sono le caratteristiche principali di un prestito e sono gli indicatori che rendono un prestito differente da un altro ma ricorda comunque che è sempre consigliato non fermarsi al primo istituto di credito, ma richiedere più preventivi per valutare attentamente quale sia il prestito più adatto alle tue esigenze.